Menu

CAPITOLO 121: DIMENSIONE DI SOTTIGLIEZZA

CAPITOLO 122:
RACCORDO DEI SISTEMI ESTREMI ALLA RETE UNITARIA

CAPITOLO 123:
NUMERAZIONE ULTIMICA

CAPITOLO 124:
ANTENATO X 13

CAPITOLO 125:
RIMPATRIO DEI SISTEMI ESTREMI

CAPITOLO 126:
SCIENZA LUCE

CAPITOLO 127:
INTELLIGENZA DELLA MANO

CAPITOLO 128:
FENOMENI PARAPSICOLOGICI


CAPITOLO 129:
CORPO LUCE

CAPITOLO 130:
TRATTAMENTO DELLE POTENZE LONTANE ED ESATEZZA

Scienza unitaria
Risposte unitarie

 


CAPITOLO 121: DIMENSIONE DI SOTTIGLIEZZA

Menu
I - Trasformazione delle porzioni di spazio-tempo non numerabili

1. Trattamento dei motori di estremità con la risonanza interna
2. Creature poste dal Creatore nel suo paradiso per coltivare porzioni di spazio-tempo molto potenti
3. Numerazione dei circuiti firmati a partire da un sistema operativo
4. Circuiti emergenti al di sopra della frontiera sotto la spinta dei sistemi di potenza in trasformazione
5. Rete 6 e rapporti yin-yang
6. Scomparsa di sistemi X 13 per via di agganci molto difficili
7. Sistemi di potenza non numerabili ed intervento dei Nord-Sud
8. Apparizione dei circuiti estraterrestri che sono gli X 13 del pianeta

II - Trattamento dei sistemi imperiosi attraverso una dimensione di sottigliezza

1. Rapporti di polarizzazione seternel-externel ed eternel-internel
2. Codificazioni sottili in piano luce e trasformazioni di potenza
3. Condizioni di mutazione di un sistema esteso in una dimensione fine e qualitativa
4. Trattamento della sfera energetica creata dai sistemi non numerabili
5. Spostamento dei circuiti non numerabili verso zone di sottigliezza
6. Zone di codificazione che lavorano su periodi molto lunghi
7. Reti estreme ad evoluzione lenta


CAPITOLO 122: RACCORDO DEI SISTEMI ESTREMI ALLA RETE UNITARIA

Menu
- Codice di trasferimento ed unità di sintesi

1. Importanza del corpo esteriore per l'istallazione di un contratto dell'unità di sintesi
2. Sistema codificato intergalattico
3. Configurazione unitaria saldata ad una firma dell'unità di sintesi e partenza verso l'esteriore dei sistemi esterni numerati
4. Numerazione dei sistemi estremi con mezzi luce
5. Divisione delle potenze non numerate e sistema di pressurizzazione
6. Integrazione attraverso relais meccaniani, metalliani e metralliani

II - Numerazione del terminale al di sopra della frontiera

CAPITOLO 123: NUMERAZIONE ULTIMICA Menu

CAPITOLO 124: ANTENATO X 13

Menu
I - Antenato X 13

1. Controllo di numerazione unitaria ed intervento dell'antenato X 13
2. Numerazione d'inserzione luce 3. Codice di trasferimento 66 656

II - Numerazione unitaria in trasferimento diretto

1. Ripartizione dei sistemi non numerabili su zone lontane grazia alle reti X 13
2. Normalizzazione dei motori di trasferimento
3. Firma d'intergalattico 3 in una dorsale di potenza
4. Registrazione di circuiti estremamente lontani su una firma di energia estrema
5. Firme intermediarie in situazione di trasferimento potenziale
6. Traduttori d'imperiosa figura e trasduttori di potenza
7. Contatto con le sostanze imperiose ed estensione della numerazione estrema
8. Creazione di una numerazione unitaria interna fino alla numerazione imperiosa
9. Raccordo del trasferimento imperioso a sistemi di energia esterna trattati da sistemi X 13


CAPITOLO 125: RIMPATRIO DEI SISTEMI ESTREMI Menu
I - Raccordo tramite dei sistemi luce e dei sistemi estremi

1. Ponte tra la numerazione unitaria interna ed il piano esterno
2. Reinserzione dei sistemi di luce deviati nei sistemi imperiosi
3. Trasformazione dei controlli di numerazione estrema e deriva imperiosa dei sistemi non reintegrati
4. Deriva esterna e rimpatrio su una firma luce unitaria
5. Raccordo di sistemi esterni su numerazioni interne
6. Firma dell'unità in zona estrema
7. Intervento dei motori X 13 e codificazione luce

II - Firma di celebrità

1. Spostamento immediato delle figure di potenza in direzione del campo luce della celebrità
2. Rischio d'esplosione da esteriorizzazione in un campo troppo esteso
3. Saldature di trasferimento luce e rischio di disperzione delle figure unitarie
4. Spostamento del controllo esterno
5. Raccordo diretto dei maestri dell'emersione esterna e treccia di energia


CAPITOLO 126: SCIENZA LUCE Menu
I - Campo di coscienza luce

1. Creazione di configurazioni estreme per il trattamento delle potenze pesanti
2. Sistema di coscienza luce e sistemi X 13
3. Circuito di concretizzazione che ingloba un sistema luce
4. Numerazione d'inserzione di tipo emergente esterno e campo di coscienza luce
5. Motori X 13 allineati su una saldatura contattata e controbilanciamento su antenne esterne

II - Destino dell'essere e sintesi temporale

CAPITOLO 127: INTELLIGENZA DELLA MANO Menu
I - Comunicazione tra il visibile e l'invisibile

1. Continuità tra la creazione della mano e l'interiorità dell'artista
2. Magia di un'opera d'arte, legame con i sistemi di coscienza e di potenza ai quali è legata
3. Forze luce e creazione sottile tramite la congiunzione energia-forma - Potere di reinserzione

II - La mano, uno strumento interdimensionale

1. Esercizio delle mani per la riunificazione dell'essere
2. Controllo e reinserzione delle firme di potenza verso dimensioni superiori
3. Comunicazione della mano con i corpi luce ed apparizioni nel cielo
4. Realizzazione interdimensionale della mano e creazione nei piani sottili
5. Spostamento di oggetti a distanza - Trasmutazione della materia


CAPITOLO 128: FENOMENI PARAPSICOLOGICI

Menu
I - Fenomeni parapsicologici
II - Fantasma e comunicazione temporale

CAPITOLO 129: CORPO LUCE

Menu
I - Corpo luce ed unificazione
II - Corpo di potenza e reti

CAPITOLO 130: TRATTAMENTO DELLE POTENZE LONTANE ED ESATEZZA

Menu
I - Conquistare la propria chiarezza

1. Precisare la propria coscienza e semplificare la propria potenza
2. Padroneggiare il proprio potere
3. Contattata figura: congiunzione tra il sottile, la luce e la coscienza
4. Lasciare le potenze troppo pesanti distruggersi

II - Raccordo di potenze lontane

1. Utilizzazione di un sistema inconscio per trattare una potenza molto inferiore
2. Sacrifici e porzioni pesanti
3. Urkanes
4. Reinserire la propria coscienza in una unica firma
5. Vivere il contratto dell'unità
6. Ricondurre il proprio corpo in trasferimento interno sull'unità

Menu

RISPOSTE UNITARIE
À DOMANDE FONDAMENTALI
 

SERIE 60:  DISTRUZIONE E REINSERZIONE UNITARIA
SERIE 61: CONTATTO ESTERIORE CON DELLE FORZE DI CONDENSAZIONE OPPOSTE
SERIE 62: AGGANCI D'INFERIORIZZAZIONE
SERIE 63: PROCESSO D'INCARNAZIONE



SERIE 60: DISTRUZIONE E REINSERZIONE UNITARIA Menu
1. Perché, sul piano delle forme, le figure della morte elaborano dei sistemi che sono contrari all'unità? - Spostamento delle potenze a seconda dell'intervento del corpo dell'unità
- Creare delle condizioni per il raggruppamento dei corpi di potenza
2. Quando un fascio di numerazione si firma su un'antenna e questo corpo comincia a liberare le sue figure per accordarsi a questo fascio di numerazione, c'è un padre di numerazione imperiosa che è messo in moto nell'istante stesso in cui questo fascio si realizza?
3. Perché allora degli esseri hanno creato degli organigrammi estremamente importanti, come gli strumenti di musica a più note, a più corde, ecc., dei campi molto estesi dal punto di vista energetico e vibrale?
4. Per raggiungere il proprio lavoro di padronanza, dobbiamo ricercare poteri di trasmutazione sulla materia?
5. Qual'è il ruolo di un circuito d'emersione esterna quando c'è una trasformazione dei sistemi imperiosi?
6. Qual'è il ruolo delle potenze che si scaricano in un sistema e che creano le condizioni di cambiamento di questo corpo?
7. Perché alcuni animali si nutrono uccidendone altri?
8. Ci sono degli elementi che devono essere numerati in modo più particolare quando siamo su una tavola imperiosa?
9. Perché, su questo piano, le potenze in azione disperdono le loro energie su diverse figure e perché, tra coloro che ricevono questo tipo di potenza, ce ne sono che riescono a fare il trasferimento mentre altri non riescono?
10. Possiamo parlare del pianeta Yingara?
11. Il rumore degli areopiani provoca delle distruzioni nell'etere e nell'atmosfera superiore?
12. C'è una missione particolare da compiere se accediamo a dei mezzi molto importanti?
13. Allora, come collegare queste potenze?

SERIE 61: CONTATTO ESTERIORE CON DELLE FORZE DI CONDENSAZIONE OPPOSTE Menu
1. Da dove proviene l'odio? Odio, disprezzo e commiserazione - Odio di sistemi decaduti a causa dell'elevazione di altri sistemi
2. Ci sono degli esseri che hanno un contratto di potenza che non è legato all'odio?
3. Hanno un contratto pesante malgrado tutto?
4. A partire dal momento in cui dobbiamo trasmettere un messaggio, esiste la possibilità di farlo senza presentarsi su un campo luce esteso?
5. Come proteggersi dalle operazioni di magia nera che potrebbero essere fatte contro di noi?

- Urto in ritorno
- Opposizioone di potenze contrarie attraverso l'oro 7

6. Da dove proviene l'energia dell'oro 7?
7. Dato che, per fare risorgere alcune potenze, sono necessarie certe numerazioni esterne attorno ad un individuo, ad esempio con la creazione di un gruppo, perché si creano delle organizzazioni e dei gruppi che lottano contro questi gruppi?

- Amalgami eterogenei di parziali di potenze eseguite dalle mutazioni dei gruppi
- Caduta del sistema di potenza


SERIE 62: AGGANCI D'INFERIORIZZAZIONE Menu
1. Perché i circuiti di numerazione si svolgono su alcuni esseri e non su altri?

- Difficoltà di numerazione su un pianeta non connesso
- Spostamento spaziale per liberarsi dagli agganci troppo pesanti
- Operazioni di trasferimento sulla zona esterna
- Pericolo di deriva e d'esteriorizzazione completa
- Lasciare i sistemi estremi ad una certa distanza eterna
- Catene di luce e disperditori d'energia
- Essere presente là dove si trova la firma dell'unità


SERIE 63: PROCESSO D'INCARNAZIONE Menu
1. Il processo d'incarnazione è casuale, o riposa su leggi precise?
2. La coscienza che esiste in questo corpo costituito è una coscienza che, in seguito, può ritrovarsi in un altro corpo, per un'altra operazione?
3. In queste condizioni, esiste una codificazione interna che debba essere realizzata perché si faccia un tale processo?
4. Cosa intendiamo per signori del karma?
5. Dobbiamo considerare che, in generale, la coscienza che abita un corpo sparisce quando questo corpo ha finito la sua funzione in collegamento con il sistema di potenza?

- Intervento o non-intervento della coscienza durante l'incarnazione
- Rimpatrio delle configurazioni ed esecuzione del sistema d'inserzione
- Reintegrazione nell'unità interna e controllante figura accordata senza corpo formale
- Sviluppo di capacità d'intervento superiori

6. Il veicolo d'immortalità è costruito a partire da tali processi?
7. Qual'è l'interesse di avere questo aspetto di potenza associata?
8. Dato che è detto che i circuiti più avanzati sono mandati nelle zone più difficili, qual'è l'interesse di avere un sistema detto "d'immortalità"?

- Intervento di un sistema di potenza superiore su una coscienza incarnata
- Alleanza tra due sistemi di coscienza-potenza

9. Possiamo quindi considerare che esista una certa forma di scelta nel sistema dell'incarnazione e della manifestazione, a partire dal momento in cui non siamo un'anima vergine ma un'anima relativamente sperimentata e che disponiamo d'un certo capitale di potenza d'intervento?
10. Da dove provengono queste dimensioni di coscienza?
11. Esiste un ritmo previsto obbligatorio per questo genere di operazione?
12. Cosíè l'invidia secondo la nostra efinizione?
13. Cosa accade alle persone che falliscono completamente la loro operazione d'incarnazione, che fanno delle devastazioni e delle distruzioni senza numero?
14. A cosa servono i grandi sistemi religiosi che si costruiscono?
15. A partire da quando possiamo sapere che abbiamo realizzato la padronanza del programma di potenza al quale eravamo attaccati?
16. Che cosa pensare da queste religioni o da queste filosofie che vantano il distacco?
17. Possiamo riparare le proprie incarnazioni future?
18. E' meglio morire quando si è giovani o quando si è vecchii?